Allergia ed eczema


Nel caso di un'allergia, il corpo reagisce a una sostanza che di per sé è innocua. Il sistema immunitario umano, responsabile delle difese dell'organismo, giudica male la sostanza e la considera un agente patogeno, provocando una reazione molto grave.

Un'allergia o un'ipersensibilità a una certa sostanza si manifesta di solito in una reazione negativa delle vie respiratorie/mucose (si pensi all'asma e alla febbre da fieno) o in una forma di eczema. Eczema è un termine collettivo per i disturbi della pelle in cui la pelle è rossa e spesso si sfalda e prude. L'eczema può essere secco (squamoso) o umido (con vescicole che possono aprirsi e rilasciare umidità). In un'allergia cosmetica, un ingrediente cosmetico causa una forma di eczema. L'ingrediente cosmetico è la causa di una reazione cutanea negativa e l'eczema è la manifestazione di questa reazione cutanea negativa. L'allergia e l'eczema sono quindi strettamente correlati, soprattutto quando si tratta di un'allergia ai prodotti cosmetici.

 


Come si sviluppa un'allergia/eczema


L'eczema può essere congenito (chiamato anche eczema atopico o eczema costituzionale) o può essere una reazione ai lieviti sulla/in pelle (per esempio la forfora) ma può anche essere causato dal contatto con una sostanza aggressiva irritante (chiamato anche eczema irritante, eczema ortoergico, o eczema non allergico, in cui la pelle reagisce quasi immediatamente al contatto con una sostanza aggressiva come la trementina) o dal contatto con una sostanza che provoca una reazione allergica.

Quest'ultimo è caratteristico dell'eczema causato dai cosmetici ed è anche chiamato eczema allergico da contatto o allergia da contatto. Un'allergia di questo tipo non si presenta immediatamente, ma si accumula nel tempo. La pelle deve entrare regolarmente in contatto con una sostanza per un certo tempo prima che l'allergia si sviluppi effettivamente. A volte questo processo può essere completato in poche settimane, ma può anche richiedere anni. Per esempio, si può tollerare un certo prodotto per anni fino a quando non si diventa improvvisamente allergici ad esso. Una reazione allergica può essere intensificata da una pelle danneggiata (ad esempio con una gamba aperta o se hai già un eczema congenito), dal freddo, dall'attrito, dal sudore, dalla luce (ad esempio un'allergia alla crema solare che si verifica solo quando sei alla luce del sole), dalla febbre da fieno o da un'altra forma preesistente di eczema. Una volta che si ha un'allergia da contatto (eczema allergico da contatto), è spesso per tutta la vita.

La sostanza che causa la reazione allergica è nota anche come allergene. Non tutti reagiscono negativamente a tale allergene. Solo le persone il cui sistema immunitario è sensibile all'allergene ne saranno colpite (il verificarsi/non verificarsi di una reazione negativa è determinato dal modo in cui il sistema immunitario reagisce alla sostanza in questione).

I test dermatologici possono essere utilizzati per determinare se l'eczema allergico da contatto è effettivamente presente e quale allergene è il colpevole. Una ricerca del RIVM (commissionata dall'Autorità olandese per la sicurezza dei prodotti alimentari e di consumo) ha dimostrato che l'allergia più comune nei prodotti di consumo (non essendo prodotti alimentari) è quella al nichel. Questa allergia è generalmente causata dall'esposizione ad accessori metallici (abbigliamento) contenenti nichel. La prossima allergia più comune è un'allergia a certi cosmetici (questo può essere il trucco, ma anche la tintura dei capelli, lo shampoo, il deodorante, ecc.) In generale, si tratta di un'allergia al Profumo (mix), al Perubalum o al Cloruro di Cobalto (il mix di Profumo e il Perubalum sono usati in quasi tutti i cosmetici (compreso il trucco), il Cloruro di Cobalto è usato principalmente nella tintura dei capelli).

 


Come si riconosce l'eczema allergico da contatto?


L'aspetto più caratteristico è che l'eczema si localizza dove è avvenuto il contatto con l'allergene. Nel caso di un'allergia al nichel, si vedono spesso eczemi intorno all'ombelico (dove il bottone di un jeans o la fibbia di una cintura toccano la pelle) o sul lobo dell'orecchio (dove si trova l'orecchino) o sotto il cinturino di un orologio. Nel caso di un'allergia al profumo, si vedono spesso eczemi dietro le orecchie (dove si spruzza il profumo) o sulla pelle sottile e vulnerabile intorno agli occhi (perché si usa una crema per gli occhi contenente profumo o perché ci si strofina gli occhi con le dita dipinte di smalto). La pelle è poi rossa e squamosa e a volte ci sono vesciche e/o protuberanze su di essa. Le vesciche possono riempirsi di liquido e persino rompersi (con il rischio di infiammazione). Oltre a queste lesioni, la pelle spesso prude. L'eczema da contatto non è contagioso.

 


Sospetta di avere un'allergia?

Quando si sperimenta una reazione avversa della pelle per la prima volta, si è tentati di saltare alle conclusioni sulla causa del problema. Tuttavia, è consigliabile indagare a fondo su ciò che sta causando la reazione cutanea. Spesso ci sono fattori coinvolti che non sono stati pensati inizialmente. Per esempio, gli occhi che lacrimano dopo essersi truccati possono essere causati dal trucco. Ma può anche essere causato da un applicatore (che contiene lattice, per esempio), dallo smalto sulle unghie (dove le dita entrano in contatto con le palpebre quando si applica l'ombretto) o dal detergente per il trucco usato per pulire il viso prima.

Se si sospetta di aver subito una reazione allergica a un prodotto cosmetico, le seguenti azioni possono essere consigliabili:

• Eseguire da soli il cosiddetto "test del plesso del gomito". Se si sospetta di avere una reazione allergica a un certo prodotto, si può eseguire il test del plesso del gomito. Questo può essere fatto solo con prodotti che rimangono sulla pelle per molto tempo, come crema, lozione per il corpo o trucco (non si può testare in questo modo se si è allergici allo shampoo o al bagnoschiuma, perché questi prodotti vengono lavati via dalla pelle). Dovresti poi applicare il prodotto all'interno del gomito due volte al giorno per 14 giorni. Se non hai avuto una reazione cutanea negativa dopo 2 settimane, questo significa generalmente che non sei allergico a quel prodotto.

• Contatta il medico di famiglia. Il medico generico può dare un riferimento a un dermatologo (specialista della pelle), per esempio. Un dermatologo può determinare se esiste un'allergia a un particolare ingrediente per mezzo di test (con strisce adesive). E se questo risulta essere il caso, il dermatologo può indicare quale ingrediente sta causando l'allergia (spesso sono coinvolti diversi ingredienti). Il dermatologo può indicare il nome commerciale di un ingrediente ma anche il "nome inci". Per poter elencare gli ingredienti cosmetici in modo uniforme, è stato stabilito per legge che si devono usare nomi standardizzati per gli ingredienti, i cosiddetti nomi INCI (che sta per "International Nomenclature Cosmetic Ingredients"). E una volta che sapete a quali nomi INCI siete allergici, potete guardare la lista degli ingredienti (con i nomi INCI) per ogni prodotto. Quindi, se l'ingrediente a cui sei allergico non è nella lista degli ingredienti di un prodotto, sai che è sicuro usare quel particolare prodotto senza avere una reazione allergica. Utile da sapere: I nomi INCI sono elencati con ogni prodotto in ordine di peso decrescente. Se una lista di ingredienti inizia con, per esempio, aqua, l'ingrediente principale del prodotto è l'acqua. Gli ingredienti presenti nel prodotto per meno dell'1% possono essere elencati in qualsiasi ordine alla fine della lista degli ingredienti.

 

 

Cosa fare se si sa di avere un'allergia?


Se si sa a cosa si è allergici, è saggio evitare l'ingrediente in questione. Ecco perché è importante guardare attentamente ogni prodotto. La lista degli ingredienti (INCI) è essenziale per questo. Per i prodotti cosmetici, i produttori sono obbligati a dichiarare l'INCI (sul prodotto, o - se il prodotto è troppo piccolo - vicino al prodotto o, per esempio, sul sito web associato al prodotto). Controllate questo regolarmente, perché nel corso degli anni un produttore può cambiare la composizione di un prodotto nel frattempo, per cui un prodotto può improvvisamente provocare una reazione allergica (perché, per esempio, è stata usata una formula aggiornata che aggiunge un ingrediente a cui siete allergici). Perciò, quando comprate un nuovo prodotto, controllate sempre la lista degli ingredienti, anche se state usando il prodotto da un po' di tempo senza problemi. Il fatto che un prodotto sia ipoallergenico, dermatologicamente testato, amico della pelle o naturalmente puro non è mai una garanzia!

A seconda della gravità della reazione allergica, il medico può prescrivere una crema, applicare una benda speciale (soprattutto per evitare di graffiare la pelle) o eventualmente prescrivere temporaneamente un farmaco (prednisone) per calmare la pelle. In tutti i casi, prevenire è meglio che curare, e un'attenta considerazione degli ingredienti può evitare molta sofferenza!

Le allergie e l'eczema hanno molte manifestazioni e sono estremamente complesse. In questo articolo, forniamo solo informazioni generali basate su studi e pubblicazioni generali. Tuttavia, non siamo esperti di medicina.

Se sospetta di avere un'allergia, le raccomandiamo quindi vivamente di contattare il suo medico o un dermatologo per ulteriori consigli personali.