Curiosità sul rossetto

Curiosità sul rossetto

0 commento minutes reading

Fatti divertenti sul rossetto 

Il rossetto è un prodotto che tutti possono immaginare e che quasi ogni donna ha avuto tra le mani ad un certo punto. In questo articolo puoi leggere cos'è, da dove viene e come usarlo.

Cos'è il rossetto?

Il rossetto è un prodotto che accentua le labbra. Il prodotto si presenta di solito in un tubo a rotazione con un tappo in cima. Quando il tappo viene tolto, il fondo della cassa può essere ruotato. Il rossetto esce e può essere appoggiato sulle labbra. Il rossetto stesso è pressato in una forma tipica; un bastone lungo e stretto. E nella parte superiore, il bastone è tagliato ad angolo in modo che possa essere posizionato contro le labbra, pur mostrando la linea delle labbra. Se fosse tagliato dritto, sarebbe quasi impossibile vedere la linea delle labbra quando si applica il rossetto (e non si riuscirebbe a colorare le labbra con la stessa precisione). La parte superiore tagliata è comune a tutte le marche ed è tipica dei rossetti in tubo.
Al giorno d'oggi ci sono anche rossetti liquidi, di cui parleremo più avanti.

Origini del rossetto

Nell'antica Mesopetamia (l'attuale Iraq, Siria, parti dell'Iran e parti della Turchia) le pietre preziose venivano usate per colorare le labbra. Le donne polverizzavano tutti i tipi di pietre preziose e applicavano la polvere sulle loro labbra. Per aggiungere un'ulteriore lucentezza, sono state usate scaglie di pesce polverizzate. E in Egitto, oltre alle pietre preziose, si usavano piante e coleotteri da cui si estraevano coloranti rossi. Queste forme di creatività erano spesso punite perché molte donne si ammalavano per quello che si applicavano sulle labbra. A quanto pare, hanno preso lo slogan "chi vuole essere bello deve soffrire" un po' troppo alla lettera.

Tra l'8° e il 12° secolo, le labbra erano anche splendidamente decorate nell'impero arabo. Durante questo periodo, in Andalusia (Spagna meridionale) fu sviluppato un "rossetto solido": un bastoncino profumato che veniva arrotolato e pressato in un manicotto. Questo fu chiamato 'Al-Tasrif' e fu presto usato da molte donne nell'impero arabo. Più tardi, durante il Medioevo, il rossetto fu vietato dalla Chiesa in Europa! La Chiesa considerava il rossetto un'apparizione di Satana e il trucco era associato alle prostitute. A causa della grande influenza della chiesa, il rossetto presto non fu più utilizzato. Fino a quando.... nel XVI secolo, la regina inglese Elisabetta I dichiarò che le labbra rosse e il viso bianco erano "alla moda" e "chic" per le donne più ricche. A quel tempo, il rossetto consisteva in gran parte di cera d'api e coloranti rossi dalle piante e veniva applicato con un pennello. E oltre alle donne ricche, anche gli attori maschi usavano questo rossetto! Tuttavia, il fatto che il rossetto non fosse ancora accettato nella società divenne chiaro nel 1770 quando fu introdotto un disegno di legge in Inghilterra, affermando che i matrimoni dovevano essere annullati se la sposa indossava il rossetto il giorno prima del suo matrimonio (perché era associato alla prostituzione). Per fortuna, questa legge non è mai stata accettata dal parlamento!

Alla fine del XIX secolo, il primo rossetto commerciale è stato sviluppato dai profumieri di Parigi; una miscela di olio, cera d'api e sego di cervo integrata con colorante. Questo è stato poi avvolto in una carta di seta e messo in vendita. Nel 1915, il rossetto fu venduto per la prima volta in una custodia metallica a rotazione. Intorno al 1920, era "alla moda" farsi fotografare, le donne si sentivano come stelle del cinema ed era una pausa dalla routine quotidiana, e per illuminare il loro aspetto veniva invariabilmente usato un rossetto rosso scuro. Ispirate da questo, donne come Elizabeth Arden e Estee Lauder iniziarono a vendere rossetti nei loro saloni e ispirarono i produttori a sviluppare vari colori di rossetto, oltre al solo rosso scuro. L'uso del rossetto esplose di conseguenza e fu generalmente visto come un simbolo di sessualità e dagli adolescenti come un simbolo di femminilità. Nel 1937 era così caldo che il 50% delle ragazze adolescenti discutevano con i loro genitori sull'uso del rossetto! Fu anche in questo periodo che nacque la ghiera del rossetto, fatta di plastica piuttosto che di metallo. Subito dopo la seconda guerra mondiale, il clamore sembrava essere finito per un po'; libri e riviste proclamavano che gli uomini preferivano un "look naturale" per le donne. E gli stessi libri e riviste avvertivano le adolescenti che truccarsi sarebbe stato dannoso per la carriera e la popolarità!  Così, nonostante l'esplosione dell'uso del rossetto negli anni '30, era ancora considerato da molti un prodotto "cattivo/ordine" usato per sedurre gli uomini. Poi, negli anni '50, l'industria cinematografica ha sfondato e donne sexy come Marilyn Monroe ed Elizabeth Taylor erano in piena vista pubblica, con labbra rosso scuro! Di conseguenza, in pochissimo tempo, non meno di due terzi di tutte le ragazze adolescenti iniziarono a portare il rossetto; tutte volevano quel look sexy e popolare come Marilyn Monroe. Fu in questo periodo che i produttori iniziarono a sviluppare molti rossetti rosa e pesca. Questa era una concessione alla battaglia tra genitori e adolescenti; le labbra rosso vivo erano considerate volgari dai genitori, ma un colore più chiaro era un'alternativa accettabile. Questi colori più chiari erano particolarmente popolari negli anni 60 e a volte anche il rossetto color pelle veniva applicato per creare un look "nudo/naturale". E contrariamente alle connotazioni negative che aveva il rossetto, negli anni 60 si pensava spesso che una donna fosse malata di mente o lesbica se non usava il rossetto! Dagli anni '60 esiste una grande varietà di rossetti, dal rosa, naturale e rosso a colori più estremi come il verde, il blu e il nero. E negli anni 1990, come innovazione, è stato sviluppato un rossetto senza cera d'api; il rossetto liquido semi-permanente a lunga durata che è quasi impossibile da rimuovere dalle labbra.

Lipstick ha affrontato una lotta in salita e, a seconda dell'epoca in cui la lotta ha avuto luogo, è stato a volte un vincitore e a volte un perdente. Nei tempi moderni, non si giudica se si usa il rossetto o no; è uno dei tanti prodotti di make-up e se lo si usa o no è una questione di preferenze personali.

Quali tipi di rossetti esistono?

I rossetti si distinguono per il loro colore, la loro lucentezza e quanto tempo rimangono sulle labbra. Ecco una breve spiegazione:

Colore: Il rosso è ancora il colore di rossetto più popolare. Ma le sfumature rosa sono quasi altrettanto popolari. Ci sono anche un sacco di rossetti arancioni/corallo venduti in questi giorni. Anche i nudi, che sono colori dall'aspetto molto naturale, stanno andando bene, soprattutto con le ragazze più giovani che usano i rossetti per la prima volta. E naturalmente, colori come l'argento, il nero e il blu sono ancora disponibili.

Sensazione: ogni rossetto è diverso. I rossetti lucidi tendono a sentirsi grassi e oleosi. Un rossetto opaco è più secco perché non contiene molti emollienti. Un rossetto in crema si sente 'glide-on' perché contiene più cera che olio. Oggi ci sono anche rossetti liquidi (simili a un lucidalabbra ma con una maggiore copertura) e rossetti in matite jumbo (simili alle normali matite per labbra). Più asciutto è un rossetto, più a lungo dura il colore. Il gruppo di rossetti chiamati "a lunga durata" contiene spesso olio di silicone che crea una sorta di strato sigillante sulle labbra. Sapevi che i rossetti lucidi fanno sembrare le tue labbra più grandi/piene e i rossetti opachi più piccole/piccole?

Ingredienti: Anche se ogni marca usa ingredienti diversi, quasi tutti i rossetti contengono come elementi di base pigmenti (per dare colore al rossetto), olio, cera (d'api), conservanti ed emollienti. Molti rossetti contengono anche un profumo, che dà al rossetto un profumo fruttato, per esempio.

Quanto dura il rossetto?

La durata di conservazione del rossetto è indicata sulla confezione del rossetto o sotto di essa. La maggior parte delle marche ha una durata di conservazione di 24 o 36 mesi. La durata di conservazione è dal momento in cui si usa il rossetto per la prima volta (da quel momento in poi le particelle di sporco si depositano sul rossetto). Ci sono alcuni fattori che possono far durare il rossetto più a lungo; se si pulisce il rossetto con un tessuto dopo l'uso, durerà più a lungo perché ci saranno meno batteri su di esso. Se usi il rossetto su una piaga da raffreddamento è più probabile che il rossetto si rovini.
In genere si può dire se il rossetto è andato a male dal suo odore (un po' ammuffito) e dal fatto che non scivola dolcemente sulle labbra.

Come applicare il rossetto

Il rossetto dovrebbe essere applicato in due mani. Se stai applicando una tonalità più scura, è una buona idea applicare prima un po' di correttore o fondotinta sulla linea esterna delle labbra per rendere la transizione dalla pelle alle labbra meno ovvia e per aiutare ad affinare l'applicazione del rossetto. Aiuta anche a proteggere il rossetto dal sanguinamento (le piccole linee intorno alle tue labbra sono riempite con il fondotinta/concealer così il rossetto non può sanguinare in esse) e a mantenerlo meglio/più a lungo. Applica il rossetto mettendo la punta del rossetto sulle tue labbra, seguendo la linea delle tue labbra e poi colorando le labbra. Spesso iniziate dall'arco di cupido (sotto il naso) e fatevi strada dal centro verso un lato e poi l'altro. Se vuoi applicare il rossetto in modo molto preciso, puoi anche farlo con un pennello per labbra; muovi il pennello sopra il rossetto e poi traccia l'interno della linea delle labbra come una matita. Poi usa il pennello per riempire le tue labbra. Dopo il primo strato, prendi attentamente un fazzoletto e applica un altro strato di rossetto nello stesso modo.

Se vuoi applicare il tuo rossetto in modo molto preciso, o se vuoi correggere un po' la forma delle tue labbra, una matita per labbra è un must. Guarda il nostro tutorial sulla matita per labbra su questo sito! Inoltre, se stai applicando un rossetto di colore chiaro o scuro, è facile individuare piccoli errori di applicazione. Quindi, se stai andando per un look audace, assicurati che il rossetto segua esattamente la linea delle tue labbra e che abbia un bell'aspetto!

Generalmente il rossetto si toglie da solo, la velocità con cui lo fa dipende da quanto è oleoso e da quanto si mangia/beve. Un rossetto grasso verrà via dopo un'ora, ma un rossetto ben applicato può durare fino a quattro ore. E un rossetto in combinazione con una matita può durare fino a 8 ore. Se vuoi rimuovere il rossetto prima, fallo con un latte detergente delicato su un batuffolo di cotone o un fazzoletto. Evitare di "spazzolare"! La pelle delle tue labbra è molto sottile e fragile e spazzolare in modo duro e ruvido può danneggiarle o irritarle.

Quota
Commenti Vedi i commenti su "Curiosità sul rossetto" Lascia un commento
Vorremmo mettere cookie sul vostro computer per aiutarci a rendere questo sito migliore. Questo va bene? No Maggiori informazioni sui cookie »